cdc-coteauxdegaronne
» » La scienza delle costruzioni in Italia nell'Ottocento: Un'analisi storica dei fondamenti della scienza delle costruzioni (UNITEXT) (Italian Edition)
eBook La scienza delle costruzioni in Italia nell'Ottocento: Un'analisi storica dei fondamenti della scienza delle costruzioni (UNITEXT) (Italian Edition) ePub

eBook La scienza delle costruzioni in Italia nell'Ottocento: Un'analisi storica dei fondamenti della scienza delle costruzioni (UNITEXT) (Italian Edition) ePub

by Danilo Capecchi,Giuseppe Ruta

  • ISBN: 8847017130
  • Category: Engineering
  • Subcategory: Engineering
  • Author: Danilo Capecchi,Giuseppe Ruta
  • Language: Italian
  • Publisher: Springer; 2011 edition (June 8, 2011)
  • Pages: 357
  • ePub book: 1769 kb
  • Fb2 book: 1836 kb
  • Other: lrf lrf mbr txt
  • Rating: 4.5
  • Votes: 317

Description

Il libro tratta dei fondamenti teorici della Scienza delle costruzioni, partendo dalle origini della teoria moderna dell’elasticit�.

Il libro tratta dei fondamenti teorici della Scienza delle costruzioni, partendo dalle origini della teoria moderna dell’elasticit�. Esso è diretto a tutti quei laureati in ingegneria, ma anche in architettura, che vogliano avere una visione più globale e critica della disciplina che hanno studiato per anni.

by Danilo Capecchi & Giuseppe Ruta (auth Appunti delle lezioni di Scienza delle Costruzioni. 52 MB·46 Downloads·Italian. necessaria di equilibrio del corpo continuo deformabile & che le equazioni cardinali della. Dispense del Corso di SCIENZA DELLE COSTRUZIONI Meccanica della trave inflessa. 13 MB·19 Downloads·Italian·New! prescindere per stimare la sicurezza delle costruzioni. Scienza delle costruzioni. 21 MB·137 Downloads·Italian·New!

Un’analisi storica dei fondamenti della scienza delle costruzioni. Part of the UNITEXT book series (UNITEXT). Il libro tratta dei fondamenti teorici della Scienza delle costruzioni, partendo dalle origini della teoria moderna dell’elasticità

Un’analisi storica dei fondamenti della scienza delle costruzioni. Il libro tratta dei fondamenti teorici della Scienza delle costruzioni, partendo dalle origini della teoria moderna dell’elasticità.

Authors: Capecchi, Danilo, Ruta, Giuseppe. Table of contents (5 chapters). La scienza delle costruzioni nell’Ottocento. Numerose citazioni in lingua originale, affiancate da traduzioni in italiano. Prima trattazione sistematica della storia della scienza delle costruzioni in Italia.

Il libro tratta dei fondamenti teorici della Scienza delle costruzioni, partendo dalle origini della teoria moderna dell’elasticità.

La scienza delle costruzioni nell’Ottocento. Sulla scia degli scienziati francesi un numero rilevante di studiosi italiani dei primi anni dell’Ottocento si dedicò alla meccanica del continuo e alla teoria dell’elasticità. Fino al 1820 per il comportamento elastico dei materiali si disponeva di una teoria inadeguata della flessione, una teoria errata della torsione e della definizione del modulo di Young. I risultati più significativi in questo settore sono quelli ottenuti da Gabrio Piola che, con Ottaviano Fabrizio Mossotti, fu tra i matematici più importanti degli anni ’30.

Il libro tratta dei fondamenti teorici della Scienza delle costruzioni, partendo dalle origini della teoria moderna dell'elasticit.

by Danilo Capecchi, Giuseppe Ruta. Part of the UNITEXT series. Esso e diretto a tutti quei laureati in ingegneria, ma anche in architettura, che vogliano avere una visione piu globale e critica della disciplina che hanno studiato per anni. E poi diretto naturalmente agli studiosi di storia della meccanica di qualunque formazione.

Il libro tratta dei fondamenti teorici della Scienza delle costruzioni, partendo dalle origini della teoria moderna dell’elasticità. La situazione italiana viene inquadrata in quella europea, esaminando e commentando gli studiosi che hanno avuto un ruolo essenziale per gli sviluppi della meccanica dei corpi continui e delle strutture e delle tecniche di calcolo grafico. Esso è diretto a tutti quei laureati in ingegneria, ma anche in architettura, che vogliano avere una visione più globale e critica della disciplina che hanno studiato per anni. È poi diretto naturalmente agli studiosi di storia della meccanica di qualunque formazione.